BIONDI SANTI

Tenuta Greppo
Franco Biondi Santi

villa greppo 183
53024 montalcino
siena - italy

TEL. +39 0577 848087
FAX +39 0577 849396

BIONDISANTI@BIONDISANTI.IT

XXIII Ricolmatura bottiglie di Brunello di Montalcino Biondi Santi - Tenuta Greppo Riserva
A seguito della scomparsa del Dr. Franco Biondi Santi è stato deciso di non effettuare l’operazione di Ricolmatura delle bottiglie di Brunello di Montalcino Biondi Santi Riserva programmata per il 1° Giugno 2013 e di rimandarla a Giugno 2014.
23 May 2013
Brunello di Montalcino 2006 Annata
Vorremmo informare tutti i nostri clienti che a partire dal 1 giugno 2011 inizierà la commercializzazione del Brunello di Montalcino Tenuta Greppo – Biondi Santi 2006 Annata.
12 May 2010
Premio a Franco Biondi Santi, uno dei padri del Brunello di Montalcino
Un premio alla storia, a un vino mito e a un gentiluomo d'altri tempi
07 Dec 2009
www.biondisanti.it
E' online il nuovo sito della Tenuta Greppo
03 Dec 2009
Content Management Powered by CuteNews
L'ETICHETTA DEL BRUNELLO BIONDI SANTI

Le bottiglie sono tutte conservate senza etichetta perché devono stare in cantina anche per decenni, pertanto la confezione si deteriorerebbe ed inoltre occorre adeguarsi alle variazioni delle normative specifiche. Le bottiglie vengono etichettate solo al momento della vendita.

Negli anni le etichette hanno avuto diverse modifiche.
Queste sono le più significative:

La più vecchia è quella del 1917 battuta ad un'asta della Casa d'Aste Pandolfini, della quale abbiamo solo la foto della bottiglia.

Dal 1927 al 1945 tutto il vino in bottiglia era confezionato con le etichette della
Biondi Santi e C.
   
Dal 1945 (ma confezionando con le stesse etichette anche tutto il Brunello esistente dalla sua creazione) è stata adoperata l'etichetta con le caratteristiche generali attuali (fondo nero con al centro lo stemma di famiglia e le scritte in avorio), anche se con diverse versioni. Questa etichetta fu ideata da Tancredi Biondi Santi in collaborazione con un suo amico pittore Vittorio Zani di Siena.
   
  La prima versione che esiste nell'archivio del Greppo (si può notare come allora era evidenziato il termine "Brunello" poiché in quel tempo esisteva in commercio solo il Brunello Biondi Santi; nel momento stesso che, all'inizio degli anni '60 incominciarono a nascere alcuni altri produttori, il Dr. Tancredi Biondi Santi mise in primo piano la "marca" ed in secondo piano il nome del vino)
Successivamente dal 1960
 
 
   
  Contemporaneamente al Greppo veniva fatto anche il tipo "Brunello Greppo", che sarebbe stato il terzo tipo di Brunello dopo la Riserva e l'Annata (in pratica corrispondente all'attuale Rosso di Montalcino)
 
 
   

Da questo momento non ci saranno più grandi cambiamenti ma solo adeguamenti alle leggi con la segnalazione che si tratta di un vino DOC: dalla vendemmia 1975 le bottiglie passarono per legge da lt. 0,72 a lt. 0,75, dalla vendemmia 1980 il Brunello poté fregiarsi della DOCG.

Fino all'attuale etichetta:
Le lunette Riserva sono state sempre uguali:
   
Nel 1958 le lunette Annata erano uguali alle attuali    
   
Quelle dell'Annata 1961:     
   
Quelle delle Annata dal 1955 al 1959 e dal 1964 al 1969 erano a fagiolo     
   
Quelle dal 1970 al 1991 indicavano l'anno della vendemmia ed il numero della bottiglia
 
   

come le attuali con l'aggiunta della parola "Annata"